Notice

Informativa e Novità

Fisco e Previdenza - Fisco

Termine per la comunicazione dei beni ai soci: Proroga

Si ricorda che la scadenza di oggi 30 aprile 2014 relativa alla comunicazione all'Anagrafe tributaria dei dati relativi ai beni d'impresa concessi in godimento a soci o familiari e dei dati relativi ai soci o familiari dell'imprenditore che effettuano finanziamenti o capitalizzazioni nei confronti dell'impresa è stato prorogato a regime al 30 ottobre 2014 per effetto del Provvedimento 16 aprile 2014 dell'Agenzia delle Entrate.

Infatti, l'Agenzia delle Entrate nel Provvedimento afferma che "La comunicazione deve essere effettuata entro il trentesimo giorno successivo al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta in cui i beni sono concessi o permangono in godimento..e in cui i finanziamenti o le capitalizzazioni sono stati ricevuti."

Pertanto il termine ordinario per tali comunicazioni sarà a regime il 30 ottobre, ovvero 30 giorni dal termine di presentazione del Mod. UNICO.

 

Omessa convocazione assemblea dei soci: le sanzioni arrivano dalla Camera di commercio

Con Circolare 29 aprile 2014, n. 72265, il MISE ha fornito chiarimenti in merito ai poteri di accertamento e poteri sanzionatori in caso di omessa convocazione, nei termini previsti, dell'assemblea dei soci per l'approvazione del bilancio (art. 2631 c.c.).

In particolare è stato precisato che il potere di irrogare la relativa sanzione pecuniaria (da euro 1.032,00 a euro 6.197,00) applicabile agli amministratori e ai sindaci delle società, è attribuito alle Camere di commercio.

 

Istituiti i codici tributo per il versamento TASI e ridenominazione codici tributo TARI: Risoluzione AE

Con Risoluzione 24 aprile 2014 n. 47 l'Agenzia delle Entrate per consentire il versamento, tramite modello F24 EP, del tributo per i servizi indivisibili (TASI) di cui al comma 639, Legge 27 dicembre 2013, n. 147, e successive modificazioni, ha istituito i seguenti codici tributo:

  • "374E" denominato "TASI - tributo per i servizi indivisibili per fabbricati rurali ad uso strumentale - art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.";
  • "375E" denominato "TASI - tributo per i servizi indivisibili per le aree fabbricabili - art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.";
  • "376E" denominato "TASI - tributo per i servizi indivisibili per altri fabbricati - art. 1, c. 639, L. n. 147/2013 e succ. modif.".

In caso di ravvedimento, le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all'imposta.

Inoltre per consentire il versamento tramite modello F24EP della TARI e della tariffa di cui all' art. 1, commi 639 e 668, Legge n. 147/2013 sono stati ridenominati i codici tributo "365E", "368E", "366E", "367E", "369E" e "370E" istituiti con Risoluzione n. 42/2013.

 

Modello 730/2014: presentazione al sostituto d'imposta entro oggi 30 aprile

Scade oggi 30 aprile 2014 il termine di presentazione del modello 730/2014da parte dei lavoratori/pensionati che intendono avvalersi dell'assistenza fiscale del sostituto d'imposta (datore di lavoro/ente pensionistico).

In particolare, i contribuenti che si rivolgono al proprio sostituto d'imposta (che ha comunicato entro il 15 gennaio 2014 di voler prestare assistenza fiscale) devono consegnare allo stesso entro il 30 aprile 2014:

  • il modello 730/2014 debitamente sottoscritto e compilato;
  • la busta chiusa contenente la scheda per la scelta della destinazione del 5 e dell'8 per mille dell'IRPEF, modello 730-1 (anche se non è espressa alcuna scelta avendo cura di indicare il codice fiscale ed i dati anagrafici).

Si ricorda che a decorrere dall'anno finanziario 2014, con riferimento al precedente periodo d'imposta, ciascun contribuente può destinare una quota pari al 2 per mille della propria IRPEF a favore di un partito politico; pertanto il sostituto d'imposta potrà vedersi consegnare da parte del contribuente anche la busta contenente la scheda per la destinazione del 2? dell'IRPEF in favore di un partito politico.

 

 

 

Garanzia Giovani: parte dal 1° maggio il Piano Nazionale

È stato pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro il comunicato stampa che ricorda che dal 1° maggio 2014 parte il Piano per garantire a tutti i giovani tra i 15 ed i 29 anni, disoccupati o Neet (né occupati, né studenti, né coinvolti in attività di formazione) un'offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato, tirocinio, altra misura di formazione o inserimento nel servizio civile (Garanzia Giovani).

Gli interessati sono tenuti a registrarsi attraverso il sito web nazionale www.garanziagiovani.gov.it o i siti attivati dalle Regioni, e scegliere la Regione in cui vogliono lavorare (non necessariamente quella di residenza). Tale Regione attraverso i Servizi per l'Impiego, o le Agenzie private accreditate, effettuerà la profilazione, la registrazione al programma e monitorerà le fasi successive di orientamento. In base al profilo e alle disponibilità territoriali, i giovani stipuleranno con gli operatori competenti un "Patto di servizio" e, entro i quattro mesi successivi, riceveranno un'offerta.

 

 

Detassazione 2014: in Gazzetta il Decreto attuativo

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 98 del 29 aprile 2014 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 19 febbraio 2014 relativo alle modalità attuative delle misure sperimentali per l'incremento della produttività del lavoro nel periodo d'imposta 2014.

In particolare, il DPCM porta a 3.000 euro l'imponibile fiscale assoggettabile ad imposta sostitutiva nell'anno 2014, mentre conferma in 40.000 euro il limite di reddito da lavoro dipendente per l'anno 2013 che consenta di applicare il beneficio in esame.

Le somme assoggettabili a detassazione, nonché i requisiti e i contenuti che gli accordi collettivi devono rispettare per l'applicazione dello sgravio fiscale, rimangono quelli previsti già per lo scorso anno.